Nella mia casa si nasconde un mostro orrendo: il “Ciucciabanda”!

Mi rendo conto che, dopo la serie di post relativamente “normali”, si potesse immaginare che le disavventure della nerdwife fossero in stand by natalizio. E invece no. E invece qui si sta consumando un dramma, e tutto per colpa del “ciucciabanda”.

Il “ciucciabanda” è un mostro orrendo che si nasconde nei devices di casa nostra e, come il suo cugino sud americano Chupacabra, ciuccia. Solo che quello del mito ciuccia sangue dalle capre, mentre la nostra versione geek ciuccia la banda della famiglia, togliendo linfa vitale al nerd. Una tragedia.

Come saprete, da circa due mesi abbiamo cambiato casa per permettere la ristrutturazione della nostra. Chiaramente il nerd ha scelto la nuova abitazione sulla base della sua connessione, andando a fare degli speedtest (un test che misura le velocità di connessione della rete, non lo sapevo neanche io solo poco tempo fa) in giro per la città per capire dove avrebbe potuto fissare la sua dimora momentanea. Questa cosa dello speedtest la fa spesso. Una volta l’ha fatto in una chiesa durante una visita turistica, già. A Bologna. Giuro. Un imbarazzo che non vi dico… era con un suo amico geek uguale…     vabbè… (“E’ per sapere come vivono le popolazioni locali” dice lui. Certo, le popolazioni locali. Va bene.)

Comunque, tornando a noi, diciamo che la casa prescelta era il meglio che ci fosse a disposizione nel periodo che serviva a noi, ma chiaramente aveva una banda adatta a degli esseri umani normali, non a un hub di Google.

E attacca un telefono, e attaccane due, e attaccane tre ( che anche il nano mo’ ce l’ha) e poi attacca un Mac, e attaccane due, e poi l’Ipad del nano e poi Netflix, e poi il vacca rana che non so neanche che è attaccato e, guarda un po’, VA LENTO! Ma pensa!

“Chi è il ciucciabanda!?” sbotta lui, una delle sere scorse, mentre Netflix si caricava a carbonella. “Chi sta usando troppa banda! Stacca tutto! Qui c’è un ciucciabanda!”.

Ma che cavolo vuoi da me? “Stai facendo aggiornamenti? qualcuno sta scaricando video?”: Si riferisce al nano, che dalla cameretta in cui va a youtubare risponde: “No papo!” Si certo…

“Qui c’è un ciucciabanda!” E io mi immagino questo mostro maledetto che si insinua nei devices e si beve la banda, con la bocca tutta sporca di banda che non so che colore ha… forse verde… boh… che colore potrà avere la banda…?

E la povera banda che cerca di scappare e di entrare in Netflix per poter far partire la serie, e invece il mio TWO DOTS maledetto, che in quel caso specifico è stato identificato come ciucciabanda di turno, che si prende gioco di lei e la trascina in un vortice di puntini colorati che vanno distrutti formando quadrati.

Chiaramente io ho smesso di giocare a TWO DOTS (anche perché avevo finito le vite) e Netflix non è partito lo stesso, facendo partire la salmodia del “ahimè… la mia casa lontana…. la mia fibra… quando mai ti rivedrò…” che manco il popolo ebraico a Babilonia feat. Giuseppe Verdi.

Volergli bene, gli si vuole bene a questo soggetto nerdico, ma qualche volta ci vuole un filo più di impegno.

Morale della vicenda, è scattata la regola anti ciucciabanda. Allora:

– gli aggiornamenti si fanno di notte, se salti, cavoli tuoi

– i video si guadano solo prima o dopo Netflix. Deroghe ammesse:

  1.  Human Safari, che ha la precedenza su tutto, e si sposta l’orario film/serie di Netflix. E se prima Human Safari lo seguiva solo in nerd alfa, ora lo segue anche il nerd beta, e quindi tutto si raddoppia.
  2.  Lanci di Space X. Devo aggiungere altro?
  3. Video di qualunque essere umano che ha provato nel mondo una macchina fotografica, un drone, un aggeggio per stabilizzare qualcosa, un altro aggeggio per fare effetti strani, obiettivi, filtri, steadycam, custodie per macchine fotografiche, e tutta la compagnia bella.
  4. MKBHD. Non è la firma di un serial killer, come la mia mente malata ha pensato subito (Oh.. BTK ha fatto storia! c’è il link per sapere chi è. Se vi avanza tempo, c’è il libro su du lui che è una figata assurda. Ma quella è la mia di malattia mentale.) MKBHD è uno youtuber americano che parla di tecnologia, e fa anche uno sport assurdo che non sapevo neppure che esistesse, che è una specie di football americano, ma giocato con il frisbee. Una roba che solo gli americani… ma non è brutto da vedere 😉 Si chiama Ultimate, forse perché oltre non ha davvero più senso andare.

… mi sembra di notare l’assenza di temi riferibili a me… ma pensa un po’!

E io allargo un sorrisone e lascio correre. Ma medito la mia vendetta. E quindi, come una brava accumulatrice seriale, sto facendo una bella scorta di aggiornamenti pesantissimi da fare, che gli scaricherò addosso non appena ci sarà l’occasione di ricordare chi comanda qui. Altro che ciucciabanda: qui la banda verrà risucchiata in un buco nero spaziotemporale che, se va bene, la va a riprendere Dr. Strange con il suo bel corpo astrale.

La Nerwife è come i bambini: impara!

Buaaaaaaa!

Una risposta a "Nella mia casa si nasconde un mostro orrendo: il “Ciucciabanda”!"

Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: