May the fourth be with you, che ci serve…

Sarà che oggi mi sono svegliata male, sarà che è da un po’ che mi sveglio male, sarà che è da tanto che le cose hanno smesso di avere senso, ma il fatto che oggi sia il 4 maggio mi fa piacere. E avere un compagno nerd che ti sveglia con queste parole potrà sembrare sciocco, ma mi ha fatto capire delle cose.

“May the fourth be with you” prima del buongiorno. E va bene così. Perché un po’ di forza extra ci vuole eccome. Ve ne lascio qualcuno anche per voi. Magari ne trovate uno che vi calzi a pennello.

May the fourth be with you quando ti sei rotta il cazzo praticamente di tutto, tranne di qualche sparuta isola di bellezza incarnata in poche persone che si contano sulla punta delle dita

May the fourth be with you quando ti sta cambiando tutto il mondo intorno e alla fine chissenefrega, perché tanto…

May the fourth be with you quando non sai più cosa pensare della gente che sembra volere solo idiozie mentre i morti si contano ancora a centinaia

May the fourth be with you quando devi litigare ogni santa e fottuta volta per farti pagare il lavoro che hai fatto

May the fourth be with you quando ti sembra che non ci sia davvero più niente per cui essere onesti

May the fourth be with you quando ti accorgi che l’ignoranza è davvero la bestia più brutta, ma non ce la fai a salvare tutto il mondo

May the fourth be with you quando sai per certo che la gran parte dei sentimenti espressi dalle persone sono finti. Ma, contenti loro…

May the fourth be with you quando ti impegni, quando davvero ce la metti tutta ma non va sempre bene. Perchè non è mica detto che quando uno ci lavora tanto poi le cose devono andare sempre bene. È quello che ci hanno insegnato nei film, ma i film sono finti

May the fourth be with you quando vorresti che il tuo corpo torni come prima, ma non può. Lui vorrebbe, ma non può. Non ha più tutti i pezzi che aveva prima e non può. La malattia arriva e se ne porta via alcuni e poi non puoi più tornare come prima. E farsene una ragione è proprio una cosa difficile

May the fourth be with you quando decidi di credere alla prossima scintilla di speranza, ormai senza un perchè. Solo perchè credere a quella speranza lì ti permette di arrivare alla speranza successiva.

May the fourth be with you quando trovi il tuo flusso di pace. Seguilo. Anche se è idiota. Anche se la gente ti guarda male. Anche se non ha successo. Anche se non ti mettono mai i like che mettono agli altri. Seguilo, perché non sai la fortuna che hai avuto a trovarlo. Seguilo.

May the fourth be with you quando miracolosamente scopri che ci sono ancora persone che vale la pena di conoscere e di stare ad ascoltare. E di solito sono persone che si sono alzate in piedi per vivere la loro vita. Quando sei in piedi sei più in pericolo, ma se resisti puoi diventare il punto di appoggio per qualcuno che sta cercando di alzarsi. In loro scorre potente la Forza.

3 risposte a "May the fourth be with you, che ci serve…"

Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: